FuturaCultura2016: l’esperienza del viaggio

Gianluigi FattorusoAbbiamo fatto una chiacchierata con Gianluigi Fattoruso: il referente della manifestazione FuturaCultura 2016. Manifestazione organizzata dalle associazioni del gruppo Futura dell’Unisa.

L’evento ha come scopo ultimo quello di promuovere l’arte all’interno del campus universitario. Una vera kermesse di artisti che avranno la possibilità di esporre le proprie opere proprio all’Università degli studi di Salerno.

Ecco ciò che è venuto fuori, tra domande, risate e risposte:

Prima di parlare del perché siamo qui ho una domanda: perché come logo Futura Aud ha una formica?

960050_1271461086204390_4494926768812481335_nIl logo rappresenta lo spirito dell’associazione. La formica è un insetto laborioso che si fa forza dall’unione per riuscire a portare a termine grandi imprese, e noi siamo uguali alle formiche. Non solo di struttura siamo tre associazioni che si uniscono sotto un solo gruppo. Ma la cosa che ci rende unite è l’attaccamento tra gli associati che oltre ad essere studenti sono amici. Siamo tante formichine che lavoro per un solo scopo che parte dalla rappresentanza studentesca e arriva fino all’organizzazione di eventi.

Ora parliamo di Futura Cultura. Quante e quali associazioni collaborano?

Le associazioni che collaborano sono tre: Futura aud, Alf e Linguisticamente.
Sono tre associazioni che rappresentano diversi corsi di studi e che collaborano per riuscire con la forza di tutti a creare obbiettivi comuni.

futura cultura 2016Perché io, artista, dovrei iscrivermi a questo evento?

Semplicemente perchè noi offriamo la possibilità di esporre la propria arte all’interno del campus di Fisciano (UNISA). Il nostro unico scopo è quello di poter creare una manifestazione. Che dia la possibilità a chi produce arte di mostrare al pubblico di cosa è capace. Il pubblico universitario è un target ottimale proprio per l’apertura mentale intrinseca dello studente. Quindi anche le forme d’arte più incomprese possono trovare libera espressione. E poi non chiediamo soldi! 😉

futura cultura 2016Come l’arte influenza la vita universitaria all’interno del Campus di Fisciano?

L’arte è sempre presente. Il campus esprime più di 40000 menti e non si può pensare che l’arte non sia un elemento quotidiano all’interno del campus. Ci sono molti professori che con il loro lavoro rendono ogni giorno l’Universita degli studi di Salerno un cuore pulsante di arte. E poi io sono del Davimus (Discipline delle arti visive della Musica e dello Spettacolo). Vuoi o non vuoi l’arte è la nostra vita. Il nostro corso in primis rappresenta quanto l’arte sia presenta del campus.

12239739_1634759620145928_4477601705608559592_nQuesta iniziativa è partita sicuramente da una frase, chissà magari te la ricordi pure…

Più che una frase è stato un pensiero. Quest’iniziativa è nata proprio dalla voglia di dare la possibilità a libere menti di esprimersi liberamente. Questo è quello che facciamo.

L’arte in ogni sua forma. In che senso?

Ci sono diversi tipi di arte, si parla di fumetto, musica, cinema, spettacolo, teatro, performances, scultura, fotografia. Diciamo che non siamo noi a giudicare cosa non è arte. Saranno gli studenti a dare il loro parere tramite semplici like sulla pagina del FuturaCultura.

Quest’anno il tema è l’esperienza del viaggio. Raccontaci come affronteresti tu questo argomento “artisticamente”.

L’esperienza del viaggio è stata pensata appunto per dare la possibilità ad ogni artista di poter rientrare in questa tematica. Il viaggio è un’esperienza che bene o male, nel grande o nel piccolo tutti noi abbiamo affrontato. Un tema quindi presente in ognuno di noi. Personalmente io penserei a qualcosa anche di più etereo. Qualcosa come un viaggio mentale, extrasensoriale, perché si può viaggiare anche nel sonno.

12193510_1633553383599885_1688643027843626084_nSiete oramai al secondo anno di Futura Cultura, come è stata la partecipazione nel 2015/16?

Nella prima edizione l’affluenza è stata ottima. Abbiamo avuto diversi tipi di artisti e l’università si è riempita di espressioni d’arte. Abbiamo fatto suonare un quartetto d’archi sopra il bar di Lettere. Ci sono state due performance di Bodypainting, tantissimi fotografi. 7 gruppi che si sono esibiti la sera, un mimo e anche molti poeti e illustratori.

futuracultura2015Ogni quanto gireranno gli artisti? O le opere saranno esposte tutte assieme?

In base all’affluenza e soprattutto al genere di arte esposta decideremo un calendario e delle postazioni. La cosa che ci preme di più è che per due giorni l’Unisa sia inondata dall’arte per tutta la giornata.

Sarà possibile contattare chi ha esposto, si creerà un dibattito? Se sì, quanti incontri prevedete di riuscire a organizzare?

Gli artisti si firmeranno e molti saranno presenti durante l’esposizione. Ci sarà la possibilità di partecipare a piccole conferenze. Queste saranno tenute dai professori nelle loro aule che sfrutteranno questa manifestazione per affrontare delle lezioni su argomenti artistici o personaggi importanti nell’ambito.

Futura Cultura… un evento che dura tutto l’anno. Hai pochi secondi per dare un significato alla vostra manifestazione:

Noi diamo una mano a far esprimere liberamente gli artisti emergenti e indipendenti.

Ricapitoliamo:

futruracFutura Cultura 2016: l’esperienza del viaggio. Le opere potrete vederle anche online sulla pagina ufficiale, ma vivere l’arte in prima persona è senz’altro molto più gratificante. L’Unisa e i suoi studenti ancora una volta non deludono. Ringraziamo ancora le associazioni del gruppo Futura nella persona di Gianluigi Fattoruso per la disponibilità.

Potrebbe Interessarti Anche :

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.