Concorsi pilotati all’università di Salerno

Presentati due esposti anonimi con i quali sono stati denunciati “aiuti” a figli di docenti e politici. Sarebbero state truccate selezioni sia per le cattedre che per i dottorati.

unisait3L’ateneo Unisa continua a far parlare di sé, e non in modo positivo. Se da un lato gli studenti delle facoltà dell’università degli studi di Salerno si fanno notare per eventi e proposte. Dall’altra una bufera colpisce professori e cattedre.

Un nepotismo a favore di “figli di…”, personaggi con ruoli politico-istituzionali sarebbero premiati dai direttori di dipartimento senza meriti o gloria alcuna.

Negli esposti presentati alla procura nomi e cognomi vengono rivelati nero su bianco con tanto di collegamenti familiari.

Una loggia quella di Fisciano che sembra non finire mai, già indagata infatti la professoressa Virginia Zambrano la quale, secondo il Tar del Lazio (sentenza 11393/2015) avrebbe favorito il nipote Pierluigi Matera per un posto di professore di seconda fascia all’università di Fisciano in diritto comparato.

 

unisaCosa sta accadendo all’interno dell’Unisa?

Se da un lato sempre più laureati si ritrovano a vivere nella precarietà, dall’altro crescono i bandi senza richiesta di adeguata attività di ricerca, senza dottorato, costruiti ad hoc proprio per favorire figli di professori, parenti, e politici di Salerno..

Il sistema di favori che all’ateneo oramai sembra spopolare non procura certo beneficio né all’università di Salerno, né tanto meno alla nostra istruzione nazionale. La quale prevede selezioni meritocratiche e a punteggio proprio per premiare l’impegno e lo studio del singolo candidato.

Ricercatori, dottorandi, ma anche aspiranti professori si vedono “sorpassati” da curriculum meno idonei al loro, creando così una casta all’interno del campus.

Bisognerebbe proprio capire che l’istruzione è il futuro del nostro bel paese ecco perché gli studenti meritano il meglio possibile. Perché se essi oggi rappresentano solo il 20% della nostra popolazione, domani saranno il 100%.

Potrebbe Interessarti Anche :

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.